giovedì 17 luglio 2008

La sicurezza (ormai) è di sinistra

A volte il mondo ti riserva sorprese.
Sorprende ad esempio che la prima occasione pubblica in cui abbiamo modo di vedere Veltroni-2, la sua versione "on the road" che utilizza la manifestazione e la piazza come luogo dove fare politica, mostrare dissenso (verso le politiche del Pdl) e creare consenso (per il Pd), sia una manifestazione assieme al SIULP, sindacato unitario di polizia che oggi manifesta fuori da Montecitorio contro i 3,2 miliardi di tagli previsti da Tremonti alle forze di polizia.
E poi la chiamano "sicurezza"!

Sorprende, dicevo, perché non si può certo dire che le forze dell'ordine siano mai state un gran bacino elettorale per i centrosinistra. Certo, i nodi vengono al pettine per il centrodestra, e tagliare proprio in un settore dove, se da un lato l'utilizzo delle risorse non è certo razionale e gli sprechi notevoli, dall'altro da anni manca la benzina per usare a pieno ritmo le volanti della Polizia.
Inoltre, è prevista una riduzione di 7.000 unità degli organici delle forze dell'ordine. Se si aggiunge il previsto aumento di poliziotti di quartiere, è prevedibile un drammatico calo della presenza dello Stato nei piccoli centri: eppure è proprio da lì che si costruisce il controllo del territorio. Al nord come al sud.
Oggi o domani anche a Gorizia il SIULP manifesta distribuendo dei volantini. Mi auguro che il Pd locale colga l'occasione per sottolineare le false promesse del centrodestra sul tema sicurezza, e la strumentalizzazione che il sindaco Romoli (Pdl) ha fatto della questione, paventando l'uso dell'esercito in una città dove di rischio criminalità è davvero arduo parlare. Lo ha detto del resto anche il nuovo questore: siamo, per fortuna, ancora un'isola felice.
Mi viene in mente quanto diceva l'on. Maran (Pd): il vero nodo è la gestione oculata delle forze dell'ordine, ovviando innanzitutto alle sovrapposizioni di competenze tra Polizia, Carabinieri, Guardia di Finanza. E accelerando i tempi della giustizia penale, per accrescere la certezza ed effettività della pena.
Questa è vera sicurezza. Ed è di sinistra.

2 commenti:

Loris Marchesini ha detto...

Ne ho scritto su:

http://lmarchesiniblog.ilcannocchiale.it/post/1997839.html

Marco Rossi ha detto...

Interessante il tuo post... c'è del materiale sulle conclusioni e/o proposte elaborate dal vostro forum? se vuoi me lo puoi inviare a marco.klam@gmail.com