domenica 2 marzo 2008

I Radicali nel Pd

Da quando i Radicali sono entrati nel Pd, ci son persone che parlano di deriva laicista.


Da quando i Radicali sono entrati nel Pd, nella base cattolica dell'ex Margherita ci son malumori. C'è chi pensa che il Pd diventerà un partito laico e quindi se ne vuole andare.


Da quando i Radicali sono entrati nel Pd, si è capito che il Pd ha davvero una capacità attrattiva verso le forze riformiste di questo paese, e che il progetto politico che ne è alla base di presta ad una apertura costante tale da, in prospettiva, egemonizzare l'area di sinistra dello schieramento politico.



Credo che l'ingresso della pattuglia radicale nel Pd fornisca un grande contributo culturale e intellettuale forse ancor più che politico. Ovviamente l'unione non sarà facile: i radicali non sono un vero partito ma un movimento politico che vive delle sue battaglie democratiche e civili. E penso che il contributo che possono dare alPd sia davvero importante. I Radicali per decenni sono stati la punta più avanzata delle battaglie per il raggiungimento pieno della democrazia formale... ovvero di quella fatta di regole di funzionamento della democrazia, una democrazia dalla parte del cittadino, una democrazia fatta di partecipazione.

Nel Pd, d'altra parte, vi era oggi una forza, i Ds, che sono stati, prima come Pci poi come Pds-Ds, la forza più avanzata sulla via del raggiungimento della democrazia sostanziale, ovvero di quella forma di equità sociale che è corollario necessario della democrazia formale affinché un paese sia davvero democratico.

E con l'Ulivo e i circoli con l'Ulivo a suo tempo largamente confluiti nella Margherita, e l'esperienza dei Democratici del '99, il pd ha anche rappresentato l'esperienza di partecipazione politica più innovativa, la forza di sintesi più efficace.

Ora, infine, i Radicali contribuiscono a portare nel pd le loro battaglie, il loro umanesimo, la laicità.



Da quando i Radicali sono entrati nel Pd, il Pd è un pochino migliore.

4 commenti:

Alessio ha detto...

Comunque secondo me Veltroni avrebbe potuto spolverare il famoso motto:

"United colors of PD"
ci sono i rossi, i bianchi, i verdi, i grigi, gli azzurri, i gialli.. insomma sembra quasi un arcobaleno..
e la cosa da notare è che non ci sono i neri!

quindi direi che è l'unico partito che tutti possono votare! XD


A parte gli scherzi, in effetti ho sentito malumori ma c'erano altrettante persone che aspettavano questo passo e poi la Bonino avrebbe portato via sicuramente molti voti al PD.
Però gli effetti si vedranno solo nelle prossime settimane, in termini di sondaggi. Forse qualcosa verrà acquistato e qualcosa verrà perso nei confronti della Sinistra Arcobaleno e nei confronti dell'UDC.. però spero proprio di no.
Almeno per il momento, ci sono ancora i ricordi del litigio sul compenso e l'accordo da trovare sul numero dei parlamentari.. forse quando questa cosa sarà dimenticata e che si penserà e si porterà avanti insieme il programma, anche gli scettici si ricrederanno.

In ogni caso l'incontro dei cattolici con Veltroni e il rimarcare la loro presenza all'interno del PD credo che non creerà fuoriuscite. Forse la difficoltà in alcuni è proprio quella barriera ideologica delle battaglie tra Chiesa e Radicali, che tutto sommato oggi non dovrebbe neanche più esistere e spesso sono gli stessi esponenti della Margherita ad invocare la laicità a differenza del Casini-Cuffaro dell'UDC (il riferimento è voluto ihih)

Io devo dire che andando a varie riunioni dentro il PD, si trovano diessini e margheritini, molte persone che non facevano politica prima, ex Radicali, ex Rifondaroli delusi. Insomma osservando quella che viene chiamata la "base", il rinnovamento e la varietà di persone e della loro provenienza è davvero ampia e la cosa impressionante è che si è d'accordo mi sembra su tutto e si lavora insieme per un progetto comune.
Se qualcuno me l'avesse detto qualche mese fa, io non gli avrei mai creduto..
Per fortuna mi sarei sbagliato :D

Marco Rossi ha detto...

oh che bello... trovare finalmente un po' di ottimismo.
Io sinceramente credo che Bonino & soci non faranno pazzie. Certamente rivendicheranno le ragioni della laicità, ma penso in maniera costruttiva, hanno dimostrato comunque una grande serietà facendo il passo di avviare il processo che li porta nel Pd...;-)

Alessio ha detto...

Sì dai per il momento un po' di ottimismo mi rimane.. anche se secondo me l'ultima settimana per il PD è stata difficile. E' uscito il programma della PDL, i Radicali che rompono, poi i piccoli che iniziano a premere..

Ed ho paura che più andiamo avanti, più tutte le teste hanno diritto di parola, più sarà difficile per i grandi partiti e il PD a racimolare voti.
Non vorrei mai che ci fosse un cedimento a sinistra e al centro..

dopo tanta fatica :(

Marco Rossi ha detto...

più che altro io vorrei che Pannella non rompesse i maroni più di tanto... e che stress! oppure li vada a rompere a Maroni no?

...cmq effettivamente questa sparata dei Radicali sull'accordo con il Pd non ci voleva. Credo che gli roda ancora che è stato escluso dalle liste. ma cavolo c'ha 80 anni! bastaaa!