lunedì 29 settembre 2008

Segnalato

Sabato mattina a Gorizia abbiamo organizzato, come locale circolo del Pd, un gazebo per distribuire volantini contro i tagli alla scuola. Il pomeriggio abbiamo fatto una conferenza stampa, risposta dalla gente positiva e, insomma, una giornata fruttuosa.
Piccolo particolare: la Digos ha preso nota dei nomi di noi tre del Pd che eravamo al gazebo... si vede che ormai il Pd, trovandosi all'estrema sinistra del Parlamento, è diventato un partito sedizioso.

5 commenti:

markogd ha detto...

Ma avevate l'autorizzazione per il gazebo? altrimenti come si spiegherebbe la cosa?

Marco Rossi ha detto...

si spiegherà che c'è un nuovo ministro, un nuovo questore ecc.ecc...

stefan cok ha detto...

oppure con il noto fare sospetto di un particolare militante democratico.. dicono che ha la barba, capelli castani, 26-27 anni di età.. con pericolosi collegamenti con la nota eversione internazionale denominata PSE...

A parte gli scherzi, hanno motivato il perchè di questa azione?

Anonimo ha detto...

Anch'io ti chiedo: vi hanno preso i nomi perché non avevate le carte da bollo necessarie, oppure lo hanno fatto nonostante questo?
In ogni caso, sei già schedato, quindi non capisco perché vi abbiano preso i nomi. Per intimidirvi?
Konkwy

Marco Rossi ha detto...

allora... formalmente non han fatto nulla di male. Non avevamo avvisato preventivamente la Digos...

Il punto però è: non si faceva da anni! anzi... due anni fa alla Digos avevo portato la richiesta di autorizzazione e mi avevan detto che non serviva più...