giovedì 3 maggio 2007

Questo blog è stato scomunicato!


Esattamente così... sì sì!

Da alcuni giorni questo sito è scomunicato, e ne vado assolutamente fiero!

Noterete infatti il banner che campeggia sulla destra del forum in bella mostra. Non si tratta di un improvviso rigurgito anticlericale (nb - anche se i 99 Posse dopo "Rigurgito antifascista" potevan ben fare il remake "Rugurgito antipapista"!!), piuttosto di un'affermazione di libertà e autonomia da una tendenza reazionaria che ormai mi spaventa.

Oggi scopro che criticare il papa è considerato "terrorismo". Fare un'affermazione di totale buon senso, anzi oserei dire di cristiana carità, e cioè che negare i funerali a Piergiorgio Welby non è stato propriamente un atto molto carino, bè... questo viene considerato terrorismo dal vaticano per bocca del portavoce Federico Lombardi. Nell'occhio del ciclone c'è uno dei conduttori della giornata del Primo Maggio, Andrea Rivera, e la sua satira del papa....

evidentemente la satira fa paura oggi come ai tempi di Giovenale...

...ma non eravamo in un paese libero?

ah già... eravamo, appunto.

8 commenti:

okappa! ha detto...

Una delle tante cose che ho imparato stando in partito, è che è indispensabile impegnarsi per capire le ragioni dell'altro

Essendo io atea (nonchè cresciuta in una famiglia di mangiapreti) l'impegno è stato soprattutto quello di comprendere le ragioni dei credenti.

Devo dire che negli anni ho capito molte cose, mi si è aperta la mente e sono venuti a cadere molte costruzioni mentali a cui io mi rivolgevo per definire e catalogare i credenti

Insomma, grazie ai tanti credenti che ho conosciuto, devo dire che la mia idea sulla religiosità è molto cambiata (pur restando, ovviamente, atea convinta)

Ma come si fa adesso a capire le ragioni dell'altro... se l'altro ti chiama terrorista?

Ma tu dici che i molti cattolici italiani, i molti cattolici che votano ds, i molti cattolici che erano anche in piazza s.giovanni.... concordano con le parole di questa banda di estremisti?

Io non penso.

Anzi, penso che molti stiano dalla parte di Rivera.
E dalla parte Welbi.

Anonimo ha detto...

Che vuoi, il papa ha pure negato l'evoluzionismo e ha detto che non era tanto sbagliato far fuori GIORDANO BRUNO. Evidentemente offendere, uccidere, e dire il falso fanno parte della dottrina cattolica ormai.

Io consiglierei ai cattolici di uscire dalla chiesa ... se proprio non si riconoscono ... e protestare per i diritti concessi alla chiesa (tipo non pagare l'ICI delle loro proprietà) che vanno oltre i diritti concessi ad altri tipi di associazionismo. E poi un annuncio: se qualcuno vuole fare una campagna anticlericale (non anticattolica) io son disposto a dare una mano, stavo pensando di aprire un blog approposito appena trovo un po di tempo. Se un giorno nascesse un vero movimento laico che DESTESTASSE il vaticano come faccio io ne sarei un orgoglioso partecipe (e che non siano i radicali...).

Andrea

Anonimo ha detto...

Ma una cosa se quelli dalla parte di welby e rivera ci sono dove è la loro voce? Giornalisti che li difendono sono pochi, i partiti si riducono all'estrema sinistra più radicali. E il resto? Anch'io so benissimo che molti italiani non son d'accordo, da parenti a amici di destra e sinistra. Ma perchè non sono rappresentati? La chiesa ha tanti soldi per pagarne i rappresentanti? Sapete una cosa: la gente forse ha paura e preferisce girarsi dall'alòtra parte anche se sa che è sbagliato. Questa si chiama OMERTA'! E la chiesa intimidisce come un'associazione mafiosa!

Andrea

okappa! ha detto...

OK, va bene tutto.
però non combattiamo l'estremismo con un'altro estremismo di senso opposto.

Anonimo ha detto...

non si tratta di essere estremisti ma di essere laici e difendere gli interessi di uno stato e una visione laica. Rispettare chi crede in una religione o in un'ideologia è una cosa, accettare sopprusi e offese che vanno contro ciò che si sa essere giusto è un'altra e non mi piace.

Andrea

Marco Rossi ha detto...

Devo dire che, personalmente, penso che i laici debbano iniziare a far sentire la propria voce. Non si tratta peraltro tanto di fare campagne anticlericale, ma sempplicemente di far notare che se i valori cattolici sono degni di essere rispettati lo sono altrettanto quelli laici.
E vorrei far presente che oggi tutti possono professare il proprio credo proprio grazie all'Illuminismo, alle Costituzioni laiche ecc...

Anonimo ha detto...

beh in effetti è più equilibrata una campagna laica. Che però deve anche attaccare la chiesa quando necessario. Per difendere conquiste della conoscenza (evoluzionismo in primis) e dei diritti umani e civili di uomo e donna. Ricordo che la chiesa non ha mai approvato la dichiarazione ONU sui diritti umani (forse perchè non fa distinzioni di sesso?). Comunque mi è piaciuto che qualche parlamentare si è opposto alle dichiarazioni dell'osservatore romano. Ormai son talmente pessimista che non me l'aspettavo.

Andrea

Marco Rossi ha detto...

eh già... a me rattrista che non l'abbia fatto Fassino... anzi in quei giorni ha incontrato gli organizzatori del Family day... ma io gl avrei dato fuoco a quei trogloditi!!!!